SIAMO UN INCROCIO DI VIE, DI IDEE, DI PROPOSTE, DI LIBRI, DI COSE...

home > attività > l'appuntamento

L'APPUNTAMENTO

15 dicembre - ore 17.00
FRANCO BREVINI presenta IL LIBRO DELLA NEVE. Avventure, storie, immaginario. | il Mulino
FRANCO BREVINI presenta IL LIBRO DELLA NEVE. Avventure, storie, immaginario. | il Mulino

Chi non ricorda lo stupore e l’incanto dei risvegli dell’infanzia, quando cadeva la neve? Ma anche da adulti continuiamo a rivivere quella magia, ogni volta che la bianca signora dell’inverno fa la sua comparsa. Di là dalla fiaba natalizia moderna, la neve si è trasformata nei secoli, così che il «crudo verno» degli antichi non è più associato al freddo, alla paura e alla fame, ma, oggi, al tempo libero e allo sport. La neve ha prestato il suo candore alle donne cantate dai poeti; ha sollecitato la sensibilità degli artisti, da Brueghel, con i suoi pattinatori sui canali gelati, ai vellutati paesaggi degli impressionisti, alle raffinate stampe giapponesi; al cinema è un infallibile dispositivo classico del thriller; in molti romanzi e racconti una presenza chiave: si pensi a Zanna Bianca, alla Montagna magica, alla Regina delle nevi, o a Frankenstein, in cui una abnorme creatura si aggira sul pack polare e sui ghiacciai del Monte Bianco. La ritroviamo nella ricerca scientifica, nelle imprese degli esploratori polari, nelle guerre (da Annibale a Napoleone, fino alla nostra «guerra bianca»), nella diffusione degli sci, nella nascita dell’alpinismo e del turismo di montagna. Una storia emozionante, che si nutre della stessa esperienza dell’autore e che comincia con un microscopico fiocco esagonale per giungere alle sfide metafisiche che le vette più famose lanciano agli scalatori degli 8.000 himalayani.



Franco Brevini insegna all’Università di Bergamo
e collabora con il «Corriere della Sera»; è tra i massimi studiosi della poesia dialettale (La poesia in dialetto. Storia e testi dalle origini al Novecento, 1999, 3 voll.); ha pubblicato da ultimo Voci di Lombardia
(2008) e La letteratura degli italiani. Perché molti la celebrano e pochi la amano (2011). Alla ricerca scientifica ha affiancato un’intensa attività di alpinista e viaggiatore, passione che alimenta un altro
filone della sua produzione, da Ghiacci. Uomini e avventure dalle Alpi al Grande Nord (2002) e Rocce. Dal Borneo alle Lofoten, dalle Alpi al Sahara, avventure di uomini in scalata (2004) a La sfinge dei ghiacci. Gli italiani alla scoperta del Grande Nord (2011).

lunedì 15.00 - 19.30

da martedì a sabato

10.00 - 14.00 e 15.00 - 19.30

domenica 10.00 - 13.00

dal 7 al 24 dicembre: tutti i giorni

orario continuato 10.00 - 19.30

incrocio quarenghi

 

via quarenghi 32

24122 bergamo

tel 035 217128

libreria@incrocioquarenghi.it