SIAMO UN INCROCIO DI VIE, DI IDEE, DI PROPOSTE, DI LIBRI, DI COSE...

home > attività > l'appuntamento

L'APPUNTAMENTO

04 settembre - ore 17.00
SPERANZA IN CAMPI DI GUERRA, 7 disegni di 27 variazioni, una mostra di GAETANO BLAIOTTA
dal 4 al 18 settembre
SPERANZA IN CAMPI DI GUERRA, 7 disegni di 27 variazioni, una mostra di GAETANO BLAIOTTA

Sarà rispettato il distanziamento. Obbligo di mascherina e di green pass. Consigliata la prenotazione.

Un racconto di Balzac narra di un pittore che vuole fare un ritratto perfetto e si chiude in studio per giorni e giorni. Il risultato finale è un quadro in cui non si vede niente: il pittore aveva continuato a dipingere, sovrapponendo strati di colore sempre più spessi, fino a distruggere e nascondere il ritratto. In Blaiotta è il contrario: non la ricerca della perfezione, ma l’imperfezione come principio. Non la ricerca del sublime, ma solo bozzetti, schizzi, l’incompiuto. Nell’arte contemporanea il bozzetto ha un ruolo fondamentale. I disegni di Beuys sono bozzetti, mai disegni finiti, disegni aperti. È il principio dell’incompiutezza, della relatività. I dipinti di Blaiotta sono tutto questo, schizzi, segni incompiuti, dove il difetto è un valore, è il segno di un’umanità dolente, che viene indagata con serenità, come un esploratore che osserva la natura, come un entomologo che osserva gli insetti, come un escursionista che mentre cammina contempla il cielo, gli alberi, i fiori. Blaiotta è un esploratore, ogni giorno fa chilometri a piedi in mezzo alla natura della Valcuvia, e mentre cammina contempla, pensa versi, scrive poesie. Blaiotta è anche poeta. La poesia come il bozzetto è un tratto veloce, che coglie l’essenziale, l’anima, il segreto nascosto delle cose. Blaiotta è anche un editore, un piccolo editore che raccoglie la famiglia allargata dei piccoli artisti, li accoglie nel suo studio, pubblicando piccoli libricini fatti a mano. Così queste immagini sono tutto questo: indeterminatezza, umanità dolente, organismi che reagiscono, che si muovono, che vivono come vive l’uomo contemporaneo: nell’incertezza ma, in Blaiotta, questa incertezza non è mai un ostacolo, è la siepe oltre la quale, con sguardo contemplativo, attraverso la poesia, si rinnova la vita, l’essenza delle cose, il volto nascosto dell’infinito.
La mostra, alla libreria Incrocioquarenghi di Bergamo dal 4 Settembre 2021 per due settimane, è all’insegna della poesia: omaggio al poeta americano Jack Hirschman, appena scomparso, vede la partecipazione della poetessa siriana Maram al-Masri, con un intervento poetico, nello spirito della libera linea di condotta del creatore anarchico, ma sempre in contatto con i problemi della società che vive, mai isolato in una torre d’avorio.
Guido Nicoli

CONSEGNE A DOMICILIO in tutta ITALIA

ORARI

lun 15.00-19.30

mar-sab 10.00-14.00 e 15.00-19.30

dom CHIUSO

da domenica 12 settembre 2021 apriamo anche la domenica 10.00-13.00

incrocio quarenghi

 

via quarenghi 32

24122 bergamo

tel 035 217128

libreria@incrocioquarenghi.it